leireel: (Default)
[personal profile] leireel
Titolo: To the last syllable of recorded time
Fandom: Harry Potter
Pairing: Harry/Hermione
Prompt: Set Alfa @[livejournal.com profile] 1frase
Rating: Verde
Warning: //
Conteggio Parole: 1419 (W)
Disclaimer: I personaggi e i luoghi qui citati non appartengono a me, ma sono proprietà di J. K. Rowling
Note: Scritta per la prima settimana del F3.U.C.K.S. Fest indetto da [livejournal.com profile] fanfic_italia, grazie alla community [livejournal.com profile] 1frase. Il titolo è preso da Macbeth, atto V, scena V.

#22 – Pioggia
Il rumore della pioggia e il buio là fuori gli ricordavano vividamente il gelo che si addensava al di là della finestra, ma gli era difficile crederci, visto il calore che la sola presenza di Hermione diffondeva in tutta la stanza.

#21 – Estate
Non l’avrebbe ammesso mai, ma in tutte quelle lunghe estati era la sua assenza a fargli desiderare che Settembre arrivasse più in fretta.

#50 – Strada
Gli aveva stretto la mano mentre camminavano per le vie di Godric’s Hollow, e quel contatto era diventato l’unica forza che gli permettesse di andare avanti.

#18 – Limite
Immaginava spesso che stare con lei significasse non porre alcun limite alla propria felicità, e il pensiero di non riuscire a ottenerla lo spaventava tanto da impedirgli di provare.

#46 – Risposta
Aveva sempre una risposta alle sue domande, e una parola di conforto per ogni volta che sentiva di non farcela.

#08 – Migliore amico
Era sicuro che lei lo considerasse solo un amico, nulla di più – e lui si faceva bastare quel piccolo posto che aveva nel suo cuore, la sua presenza discreta al suo fianco.

#40 – Buco
La partenza di Ron aveva lasciato una voragine tra di loro, e, per quanto lui si sforzasse di avvicinarsi a lei, sapeva che sarebbe sempre rimasta irraggiungibile.

#17 – Minuto
Ogni minuto assieme a lei era più di quanto gli fosse concesso, più di quanto meritasse.

#30 – Lontano
La sua lontananza era qualcosa di totalmente inconcepibile, qualcosa cui non riusciva a pensare senza sentire un vuoto in fondo al petto e un’incredibile voglia di prendere a calci qualcosa.

#09 – Notte
Durante quelle lunghe notti la sentiva spesso piangere per Ron quando pensava che lui non la sentisse, e in quei momenti allungava timidamente una mano a sfiorare le dita di lei, senza dire nulla, desiderando con tutto se stesso poter fare di più.

#29 – Credere
Anche quando sembrava non farcela, anche quando sembrava che tutto fosse finito, gli bastava guardarla per sapere che lei ancora credeva in lui, e tutto diventava possibile.

#48 – Insieme
Vederli insieme – le dita intrecciate e lo sguardo felice – era stato come accorgersi di non respirare: sentiva un disperato bisogno di ossigeno, vederla felice insieme a Ron era come soffocare.

#07 – Attesa
Il suo cuore era rimasto ad aspettarla così a lungo che aveva quasi dimenticato cosa significasse amare veramente – era ancora fermo lì, nel preciso istante in cui li aveva visti baciarsi, e non accennava a muoversi.

#33 – Morte
In quei freddi istanti che lo separavano dalla sua morte, saperla felice – sapere che lei avrebbe continuato ad andare avanti, nonostante tutto – gli dava quel po’ di calore che gli serviva per andare fino in fondo.

#39 – Speranza
Sapeva che la notizia della loro rottura non avrebbe dovuto renderlo così felice – lo sapeva, lo sapeva fin troppo bene, ma non poteva fare a meno di sperare.

#26 – Parole
Non sarebbe mai riuscito a spiegarsi come lei fosse capace di farlo passare dalla disperazione più nera alla perfetta felicità, così, solo con poche parole.

#12 – Vita
Gli sorrideva radiosa, e all’improvviso tutto gli sembrava molto più luminoso, pieno di luce e vita.

#02 – Seconda volta
Con lei era tutto un riscoprire e un rifare, delle seconde e terze volte che sapevano sempre di nuovo, di inaspettato.

#41 – Rivelazioni
Dirlo a Ron era stata probabilmente la parte più dura, nonostante sapessero benissimo che lui aveva da tempo compreso ogni cosa.

#49 – Mente
Da sempre, Hermione era stata definita ‘una delle streghe più brillanti del suo anno’; quel che gli altri non vedevano era quanto davvero fosse brillante, come splendesse sempre di luce propria, luminosa come una stella.

#24 – Nero
Era l’aroma intenso del caffè a svegliarlo ogni mattina, insieme agli sbuffi della caffettiera – aveva imparato ad amare quel sapore dolceamaro sulle labbra di Hermione, nel lungo bacio che gli dava il buongiorno.

#06 – Padrone
Non appena vedeva qualcuno dei suoi colleghi – o qualsiasi uomo non fosse lui stesso – avvicinarsi a lei, sentiva chiaramente di non essere più padrone di se stesso; di certo, un uomo nel pieno possesso delle proprie facoltà mentali non avrebbe progettato una carneficina solo perché qualcuno osava sfiorare la sua donna.

#47 – Chiaro
Le aveva chiesto di sposarlo una sera d’Agosto, al chiaro di luna, e quando lei aveva risposto che sì, voleva davvero stare con lui per tutta la vita, aveva all’improvviso realizzato come non fosse mai stato realmente felice sino a quel momento, e che tutto quello che aveva passato, tutto quello che aveva subito, dolori e sconfitte, tutto valeva la pena per quel momento di pura felicità.

#35 – Braccia
Harry non aveva mai imparato a ballare come si deve – a dire il vero, odiava con tutto se stesso ballare – , ma solo per tenerla tra le braccia e vedere ancora il suo sguardo felice mentre volteggiavano avrebbe danzato tutta la notte.

#38 – Promessa
Era più di una preghiera, più di una promessa: insieme per sempre, fino all’ultima sillaba del tempo prescritto.

#32 – Ricordi
Hermione non si era mai resa conto di come i suoi ricordi fossero belli solo perché anche lui vi era compreso.

#42 – Volontà
L’idea di non stargli sempre accanto, di abbandonarlo perché tutto era troppo difficile, non l’aveva mai sfiorata: lei voleva stare con lui, dargli il suo appoggio, più di ogni altra cosa.

#11 – Fidanzamento
Aveva sempre pensato che fosse Ron, l’uomo giusto per lei; era stato solo dopo il loro fidanzamento che si era accorta di quanto si stesse sbagliando.

#27 – Uccidere
Vederlo senza vita tra le braccia di Hagrid era stato un po’ come morire lei stessa.

#14 – Indifferenza
Fingere indifferenza quando lui baciava Ginny era qualcosa che le riusciva estremamente difficile.

#36 – Elettricità
Aveva sentito una scossa, quando l’aveva baciato per la prima volta, tanto da ritrarsi imbarazzata, intimorita da quelle nuove sensazioni.

#43 – Facile
Stare con Ron, a volte, era davvero parecchio difficile: per questo non riusciva a spiegarsi come con Harry tutto fosse semplice come respirare.

#44 – Terrore
Non gliel’aveva mai confessato, ma aveva un segreto terrore che tutto finisse, che lui si rendesse conto di poter avere qualcosa di meglio; nonostante tutto, non si sentiva mai all’altezza dell’amore che lui le dava ogni giorno.

#23 – Cielo
In quelle lunghe notti di felicità, si ritrovava a sperare che quel cielo stellato non lasciasse mai posto all’alba.

#28 – Posto
Con Harry al suo fianco, sembrava aver finalmente trovato il suo posto nel mondo.

#19 – Cuore
Aveva avuto come l’impressione che il suo cuore smettesse di battere per un attimo, quando lui le aveva chiesto di sposarlo.

#03 – Uomo
Ma Hermione sapeva che ‘sì’ era l’unica risposta possibile, perché Harry era l’unico uomo che lei potesse mai amare.

#31 – Barca
Ricordava sempre con un sorriso le loro gite in barca, specialmente la prima, quando aveva scoperto che Harry non aveva la minima idea di cosa significasse remare.

#20 – Fede
Quella semplice fede d’oro bianco era tutto ciò che le servisse per essere felice.

#45 – Fuoco
Quei pomeriggi in Sala Comune, davanti al caminetto acceso... come poteva essere stata tanto cieca da non accorgersi già allora quanto Harry fosse importante per lei?

#37 – Cellule
Era legata a lui con ogni fibra del suo essere, indissolubilmente.

#16 – Stelle
Amava quando lui le diceva come lei fosse la sua stella; quello che Harry non sapeva era che lui era il suo firmamento personale.

#10 – Pazzia
‘È una pazzia’ si ripeteva ‘sposarci così, di nascosto!’, ma per una volta aveva deciso di non dare retta alla sua mente, e di essere felice.

#13 – Noia
Pensava lo annoiasse rimanere a guardarla mentre lei leggeva davanti al camino; era stato con un sorriso che Harry le aveva confidato quanto amasse vederla assorta a leggere.

#15 – Letto
Non gliel’aveva mai confessato, ma il letto era ciò che preferiva di tutta la loro casa: era solo per loro, il loro tempio personale.

#04 – Denaro
La gioia sul suo volto quando aveva visto per la prima volta la loro bambina valeva più di tutto l’oro del mondo.

#34 – Peggio
Non riusciva a immaginare qualcosa di peggiore che perdere lui e Helena.

#01 – Anima
In fondo, la sua anima era sempre stata legata a quella di lui, da sempre.

#25 – Medico
Sapeva che, da Medimaga, calma e professionalità era ciò che ci si aspettava da lei; ma non riusciva a non entrare nel panico quando succedeva qualcosa a lui o a Helena, era più forte di lei.

#05 - Preghiera
Era più di una promessa, più di una preghiera: insieme per sempre, fino all’ultima sillaba del tempo prescritto.
From:
Anonymous( )Anonymous This account has disabled anonymous posting.
OpenID( )OpenID You can comment on this post while signed in with an account from many other sites, once you have confirmed your email address. Sign in using OpenID.
User
Account name:
Password:
If you don't have an account you can create one now.
Subject:
HTML doesn't work in the subject.

Message:

 
Notice: This account is set to log the IP addresses of everyone who comments.
Links will be displayed as unclickable URLs to help prevent spam.

Profile

leireel: (Default)
leireel

November 2015

S M T W T F S
1234567
891011 121314
15161718192021
22232425262728
2930     

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Jul. 22nd, 2017 06:44 pm
Powered by Dreamwidth Studios